Analisi Fattori Rischio Carie


L' analisi dei fattori di rischio per la carie, è una metodica che ci permette di valutare la suscettibilità del paziente verso la patologia cariosa e di conseguenza modulare un piano di prevenzione mirato e personalizzato.

L'analisi si basa sulla valutazione di una serie di fattori ai quali viene dato un punteggio a seconda del rischio che rappresentano ( 0 = basso - 1 = medio - 2 = alto).

La somma dei punteggi definirà il valore di rischio complessivo e su questo verrà stabilito il programma di prevenzione personalizzato e soprattutto verrà stabilità la frequenza dei controlli periodici da effettuare con il dentista, i mantenimenti periodici da effettuare con l'igienista con le relative applicazioni di lacche al fluoro ed alla clorexidina.

I parametri che vengono valutati sono:

Il DMF - ossia i denti cariati, curati o mancati al momento della visita

L' igiene orale - la qualità e l'efficacia dellìigiene domiciliare del paziente

Le abitudini alimentari - frequenza di assunzione di cibi o bevande ad alto rischio di carie

Test salivari - sia quantitativi che qualitativi per valutare la capacità della saliva a neutralizzare gli acidi della placca batterica e la presenza di batteri specifici ( Streptococchi e Lactobacilli)

 Se il punteggio totale è < a 9 , il rischio di carie complessivo è basso, quindi il paziente seguirà un percorso di prevenzione di routine con controlli semestrali, se il punteggio è tra 9 e 11, il paziente verrà seguito 4 volte l'anno, se il punteggio è superiore ad 11, le visite di controllo avranno una frequenza bimestrale. Nei casi di rischio medio ed alto verrano applicate, a seconda delle evidenze dell'analisi, le ulteriori manovre preventive quali sigillature dei solchi, modifica delle abitudini alimentari etc.